Proporre un prodotto Made in Italy, buono e sano.
Ma, soprattutto, senza eguali.

Sono gli obiettivi di BambùBio®, l’azienda di Marianna Ziliati, chef, ricercatrice, nonché esperta dei segreti e dei benefici del bambù.

BambùBio® vanta la supervisione di Alma Bamboo, azienda leader nel settore della Green Economy, che l’ha acquisita di recente con l’idea innovativa di business di rendere verticale la propria attività, partendo dalla coltivazione del bambù gigante fino ad arrivare alla commercializzazione delle sue molteplici applicazioni.

Risorsa alimentare

Il germoglio di bambù è una valida risorsa in cucina in quanto si adatta a tutti i tipi di cottura o conservazione; fritto, stufato, saltato, sott’olio o aggiunto a impasti come pizze o focacce, apporta una consistenza gradevole al palato senza modificare eccessivamente il gusto

Buono per la salute

Il bambù è un vero e proprio toccasana per la salute, in quanto antitumorale, antibatterico, antivirale e antiossidante. A livello nutrizionale il germoglio è ricco di proteine, carboidrati, amminoacidi, minerali, fibre, potassio, calcio, zinco e vitamine (A, B6, E).

La coltivazione

Prima di procedere con la piantagione, una cosa importantissima da fare è la scelta del terreno e dello spazio da dedicargli, pensare se quest’ultimo è in una posizione ideale e favorevole per la crescita della pianta.

Resta aggiornato con la nostra Newsletter

L’amore per il bambù

Al rientro del viaggio in Cina di mia sorella vengo a conoscenza di una particolare tipologia di germoglio, quello di bambù. Decido di andare in un ristorante asiatico per assaggiarlo, e da quel momento mi si aprì un mondo, nel vero e proprio senso della parola.

Mi innamoro talmente tanto di questo germoglio che, insieme a mamma e sorella, dopo lunghe ricerche e informazioni raccolte, decidiamo che forse è il caso di dar vita ad una piantagione così detta a “chilometro zero”. Nasce così, nel 2013, la nostra piantagione di bambù dal germoglio commestibile a Treviglio, in provincia di Bergamo.